Cuneo fiscale: nelle Marche ne beneficeranno oltre 420.000 lavoratori dipendenti

Cuneo fiscale: nelle Marche ne beneficeranno oltre 420.000 lavoratori dipendenti
Dal primo luglio, circa 420 mila lavoratori dipendenti marchigiani beneficeranno di un aumento in busta paga grazie al taglio del cuneo fiscale inserito nella Manovra. Chi percepiva già il bonus degli 80 euro lo vedrà salire a 100 euro, mentre più di 100 mila lavoratori che non ne avevano diritto (o ne avevano solo in parte) ora lo riceveranno: 100 euro al mese in più fino a 28 mila euro di reddito, da 100 a 80 euro in più tra i 28 e i 35 mila euro di reddito, da 80 euro in giù tra i 35 mila e i 40 mila euro di reddito.

E’ il primo passo nella giusta direzione, che dà ossigeno e risorse ai lavoratori. Ora è necessario proseguire con maggiore forza, seguendo tre direttrici fondamentali:

1️⃣ la prima è una riforma complessiva del sistema fiscale italiano che diminuisca sensibilmente il peso della tassazione sui lavoratori, sulle partite iva e sulle piccole e medie imprese;

2️⃣ la seconda è un immediato bonus per i circa 4 milioni di lavoratori italiani, più di 120 mila nelle Marche, che guadagnano meno di 8173 euro lordi l’anno e che non pagando imposte non beneficiano del taglio del cuneo fiscale, i cosiddetti "incapienti";

3️⃣ la terza è l’approvazione del salario minimo di legge, che attraverso una rinnovata contrattazione collettiva nazionale, elimini il dumping salariale, copra tutte le categorie di lavoratori e aumenti i minimi tabellari, dando risposte concrete a più di un lavoratore dipendente su cinque, di cui quasi il 40% under 35, che guadagna meno di nove euro lordi l’ora.

Misure nazionali che ci auguriamo possano affiancare al più presto le proposte che abbiamo elaborato a livello regionale con la Costituente delle Idee.

Pietro Casalotto - Responsabile regionale lavoro PD Marche