Dramma di Porto Recanati. Gostoli "Non è un incidente stradale, ma un omicidio"

Dramma di Porto Recanati. Gostoli "Non è un incidente stradale, ma un omicidio"

"Dolore profondo e tanta indignazione per quanto accaduto a Porto Recanati. Una famiglia distrutta alla quale è rivolta la solidarietà di tutti. Non è un incidente stradale, ma un omicidio. Chiunque si mette alla guida ubriaco o drogato è un criminale e deve pagare alla giustizia". E' cosi che il Segretario Regionale Giovanni Gostoli ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa della giovane coppia di Castelfidardo.

"Salvini continua a fare l'unico lavoro di cui è capace: la propaganda. Senza prendere in minima considerazione nemmeno il rispetto delle vittime di Porto Recanati, ma usandole strumentalmente. Lo dichiara in una nota l’On. Alessia Morani  relatrice della proposta di legge sull'omicidio stradale, che pone diversi interrogativi “Cosa ha fatto il nostro ministro dell'Interno per evitare questa tragedia? La risposta è: nulla. “Cosa ha fatto dopo la tragedia di Porto Recanati? Una bella conferenza stampa per dire che gli spacciatori devono essere puniti. Ma guarda un po': e chi è il ministro che dovrebbe garantire la sicurezza degli italiani? Sempre lui, mister pane e cioccolato, più impegnato, come è di tutta evidenza, a postare foto sui social che a fare controlli e ad assicurare alla giustizia delinquenti come l’uomo che ha spazzato via una famiglia, mettendosi alla guida drogato e ubriaco. Ma la dote principale del nostro ministro degli interni è quella di non prendersi mai mezza responsabilità e di spostare l’attenzione altrove: propone l’abolizione della modica quantità e il raddoppio delle pene per lo spaccio".

Prosegue la Morani "Peccato che con quello che è successo a Porto Recanati questo non c’entri niente. L’omicida era, infatti, già coinvolto in un traffico di sostanze stupefacenti punito con pene molto severe ed era sottoposto ad una misura cautelare. La domanda che faccio è quindi: caro Ministro, come è stato possibile che questo soggetto girasse indisturbato? Come pensa di rassicurare i cittadini di fronte a fatti così gravi? Pensa di essere credibile nel suo ruolo istituzionale facendosi fotografare con ultras condannati per spaccio? 

Certamente, però, questo delinquente avrà una punizione esemplare ma non per una legge della Lega ma grazie alla legge del Pd sull'omicidio stradale che, però, bisogna ricordarlo, la Lega di Salvini ha ostacolato in ogni modo durante il percorso in Parlamento, arrivando persino a uscire dal Senato al momento del voto. È questa la coerenza di Salvini". 

Conclude la Morani "Grazie alla nostra legge l'uomo che ha stroncato le vite di due genitori e provocato lesioni gravissime nei confronti dei due figli, potrà essere condannato fino a 30 anni di carcere ed avrà revocata la patente per almeno 20 anni.

Questo è un fatto, ed è del tutto inutile che Salvini sventoli ulteriori leggi per coprire la mancanza di controlli che dipendono dal suo Ministero. Spieghi, invece, agli italiani come farà a garantire processi veloci dopo che con quota 100 migliaia di persone impiegate nei tribunali andranno in pensione e non saranno sostituite. Ci dica come farà ad assicurare alla giustizia quei delinquenti che sui post su Facebook dice di volere condannare ma che rimarranno a piede libero per lo svuotamento di personale dei tribunali. Invece di fare conferenze stampa su leggi che nulla hanno a che vedere con i fatti successi nelle Marche si occupi di garantire i controlli che servono ed un processo veloce ed una giustizia certa ai parenti delle vittime di Porto Recanati. 

Garantisca, insomma, l’applicazione delle leggi che già ci sono evitando la propaganda inutile".