Stipendi più alti e meno tasse per 436.827 marchigiani: un primo passo raggiunto grazie al Pd

Stipendi più alti e meno tasse per 436.827 marchigiani: un primo passo raggiunto grazie al Pd
“Oggi è una bella giornata per tanti marchigiani. Più soldi in busta paga e meno tasse per 436.827 lavoratori”. È il commento del segretario regionale Pd, Giovanni Gostoli, al taglio del cuneo fiscale in busta paga previsto dall’ultima Legge di Bilancio e che oggi, 1 luglio, entra in vigore per 16 milioni di italiani.


Card taglio cuneo

“Nelle Marche quasi 100 mila persone riceveranno 80-100 euro in più. Per gli altri che percepivano già gli 80 euro aumenteranno a 100 - aggiunge Giovanni Gostoli - È un primo passo, ma la direzione è quella giusta: per ripartire bisogna ridurre le tasse per lavoratori e imprese.”
Come funziona? A chi percepisce oggi 80 euro di bonus, viene viene concesso un aumento di 20 euro al mese in modo da portare il loro beneficio da 960 a 1200 euro annui. Ma non solo: si amplia anche la platea dei beneficiari. Infatti i contribuenti che arrivano fino al tetto di 28 mila euro, compresa la fascia 24.600-26.600 euro che oggi percepisce in maniera decrescente gli 80 euro, potranno usufruire di questo nuovo bonus.
Per quanto riguarda i lavoratori nella fascia da 28 a 35 mila euro di reddito, potranno beneficiare di un importo che va da 1200 € a 960 €. Situazione diversa invece per chi ha un reddito compreso tra 35mila e 40mila euro: i primi avranno diritto ad un contributo di 960 euro l’anno, quota che andrà a scalare, fino ad azzerarsi, per chi guadagna più di 40mila euro.
“È sempre più chiaro che solo con i governi dove c’è il Partito democratico si riducono le tasse nelle buste paga dei lavoratori. Per tornare a crescere dobbiamo proteggere il ceto medio. Non è un bonus una tantum, ma una misura che durerà per sempre”, conclude Gostoli.